Roma, niente impresa a Madrid: ai quarti va un cinico Real

Roma, niente impresa  a Madrid: ai quarti va un cinico Real

A tre settimane dalla gara dell’Olimpico, Real Madrid e Roma si affrontano al Bernabéu nel ritorno degli Ottavi di finale di Champions League; i giallorossi sognano l’impresa, ma sprecano l’inverosimile con Džeko e Salah e vengono puniti nella ripresa da uno spietato Real Madrid, che con i gol di Cristiano Ronaldo e James Rodríguez ipoteca la qualificazione e vola ai quarti di finale.

Dopo la coraggiosa e sfortunata gara dell’Olimpico, al Bernabéu la Roma di Spalletti opta, al cospetto del Real Madrid, per un approccio determinato ma accorto. Il Real tiene molto il pallone tra i piedi dei propri giocolieri, ma a mordersi i gomiti sono i giallorossi: Džeko (14′) e Salah (28′) sciupano due colossali occasioni in contropiede, dando coraggio a una Roma partita troppo timida. Un brutto Real Madrid non va aldilà di qualche sterile assolo di Bale e Ronaldo o qualche tentativo da fuori di Modrić; al riposo, nel brusio di uno scontento Bernabéu, si va sullo 0-0.

Nella ripresa il Real Madrid parte forte, con Szczęsny miracoloso sul sinistro ravvicinato di James, ma come nel primo tempo la Roma si divora l’inverosimile un minuto dopo: solo davanti a Navas,  Salah spara col destro sul fondo. Alla terza occasione sciupata la Roma paga dazio, e il Real chiude i conti con Cristiano Ronaldo, che prima trasforma sottomisura un’assistenza di Vázquez (64′), poi serve a Rodríguez il pallone del 2-0. Nell’ultima mezz’ora di gara entrambe le squadre sfiorano la rete, ma il risultato non cambia più; ai quarti va un Real poco convincente, alla Roma il rimpianto delle tante occasioni sprecate.

REAL MADRID-ROMA 2-0 (0-0)

Real Madrid (4-3-3): Navas 6.5; Danilo 5.5, Ramos 6, Pepe 6.5, Marcelo 6; Modrić 7 (75′ Jesé sv), Casemiro 5.5 (84′ Kovačić sv), Kroos 6; J. Rodríguez 5, Ronaldo 6, Bale 5.5 (61′ Vázquez 6.5). A disp.: Casilla, Varane, Carvajal, Isco. All.: Zidane 5.5.
Roma (4-2-3-1): Szczęsny 7; Florenzi 6, Manolas 5.5, Zukanović 6, Digne 6; Pjanić 6 (46′ Vainqueur 6), Keita 6 (86′ Maicon sv); Salah 5, Perotti 6.5, El Shaarawy 6 (75′  Totti sv); Džeko 4. A disp.: De Sanctis; Castán, Torosidis, Falqué. All.: Spalletti 6 .
Arbitro: Marciniak (POL).
Marcatori: 64′ Ronaldo, 68′ J. Rodriguez
Note – Ammoniti: Danilo (RM); Zukanović (RO).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *