Estero Super League (Svizzera) Svizzera

RSL svizzera 2019/20 18/a: risultati, commenti e classifica

[ad_1]

Si è chiuso, in questo fine settimana, il girone d’andata della Raiffeisen Super League svizzera. Ora, come di consueto, il torneo andrà in letargo per qualche settimana. Tuttavia, quest’anno si partirà con una settimana d’anticipo: le compagini saranno infatti in campo già il 25-26 gennaio.

Lo Young Boys, quindi, nonostante non sia andato oltre lo 0-0 a Lugano, nella partita che vi abbiamo raccontato in diretta da Cornaredo ieri, è campuione d’inverno, in virtù dei tonfi di San Gallo (in casa contro lo Zurigo) e Basilea (in trasferta a Lucerna).

Parliamo, quindi, della caduta casalinga, inattesa, del San Gallo, opposto a uno Zurigo che, solo una settimana fa, era stato letteralmente sbriciolato dal Servette al Letzigrund. I ragazzi di Magnin, invece, sono andati a espugnare il kybunpark, in una partita molto bella, ricca di occasioni e giocata davanti a ben 19.000 spettatori. Lo Züri ha segnato per primo dopo soli 3′, grazie a un tiro di Schönbächler nettamente deviato da Muheim. A riportare in pari i suoi ci ha pensato Quintillà su rigore al 28′, nonostante Breicher avesse intuito. Tanto San Gallo, poi; ma, a segnare, sono stati ancora una volta gli ospiti, al 43′, grazie a un rigore trasformato dal ticinese Marchesano.

Nella ripresa, i Brodisti sono andati ancora a caccia del pari, ma con meno brillantezza rispetto a quanto fatto nella prima frazione. E così, al 74′ ci ha pensato Tosin a mettere il risultato in cassaforte, con il più classico dei contropiede. Lo Zurigo è tornato così a casa con 3 punti d’oro, in ottica di lotta per l’Europa che, quest’anno, concede alla Svizzera solo 3 posti complessivi.

Inattesa anche la battuta d’arresto del Basilea in casa di un Lucerna che è finalmente tornato alla vittoria, dopo sei stop consecutivi. Passati presto in vantaggio grazie a Schürpf, il più lesto di tutti a planare su una respinta corta di Omlin, i padroni di casa hanno tenuto il risultato nella prima frazione. Nel secondo tempo, al pareggio ottenuto su rigore dai renani (trasformazione di Zuffi), gli svizzerocentrali hanno risposto ancora con il loro capitano, freddo a infilare dal dischetto il portiere ex compagno di squadra. Finale di fuoco, con Müller superlativo su Cabral. 2-1, quindi, e Basilea che gtermina il girone d’andata al secondo posto.

Il Servette, dopo la scorpacciata di Zurigo, ha avuto i suoi problemi per venire a capo di un ThunLanterna rossa della classifica, con poca voglia di fare da vittima sacrificale. I ginevrini, partiuti bene, hanno però sprecato in grande misura, e sono stati puniti a inizio ripresa da un colpo di testa di Havenaar, su traversone dell’immancabile Tosetti. Il Servette, sulla distanza, ha però saputo imporsi, grazie a un gol di testa dell’ex Lugano Rouiller e alla rete, su rigore, di Schalk.

Nell’ultima sfida della giornata Sion e Neuchâtel Xamax hanno diviso la posta nel derby romando. I Vallesani sono partiti meglio, trovando il gol del vantaggio con l’ex Bellinzona Kasami, rapido questa volta a segnare di rapina. I rossoneri, tuttavia, hanno tenuto il punto e, nella ripresa, approfittando anche di una calo di tensione dei padroni di casa, dovuto a un’interruzuione delal partita per lancio di fumogeni, hanno trovato il pari al 52′ con Seferi, riuscendo poi a terminare l’incontro sull’1-1.

RSL svizzera 18/a giornata – Risultati finali

Sabato 14 dicembre

Lugano-Young Boys  0-0 
Sion-Xamax  1-1  (0-2)
Lucerna-Basilea  2-1 (1-0) 

Legenda: qualificate ai preliminari della CL, qualificate ai preliminari di EL, allo spareggio per non retrocedere con la 2/a di Challenge League, retrocessa in Challenge League.



[ad_2]

Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *